Abbiamo suddiviso le varie forme di grafene nelle seguenti categorie:

  1. Ossido di Grafene (GO): Metodo Hummers modificato – Single & Few Layers, differrenti dimensioni dei platelet, alto contenuto di ossigeno, liofilizzato per preservare la solubilità. L'ossido di grafene e l'ossido di grafene ridotto sono disponibili sotto forma di polvere, sotto forma di dispersione o come spin coated film, e in gel. Alcuni dei nostri ossidi di grafene sono adatti alle applicazioni di stampa Ink Jet e 3D.

  2. Il Grafene Nanoplatelets (GNP) è costituito da piccoli strati di grafene che possono sostituire la fibra di carbonio, i nanotubi di carbonio, le nano-argille o altri composti in molte applicazioni composite. Quando vengono aggiunti al 2-5% in peso a materie plastiche o resine, rendono questi materiali elettricamente o termicamente conduttivi e meno permeabili ai gas, migliorando contemporaneamente le proprietà meccaniche come resistenza, rigidità o durezza superficiale. I GNP sono i prodotti tramite esfoliazione al plasma.

  3. Grafene Film: Il trasferimento del grafene prodotto via CVD è disponibile per substrati quali PET o altri polimeri che non sopportano le temperature di elaborazione della sintesi del grafene CVD. Il film di grafene CVD può essere trasferito su altri substrati con una varietà di metodi, come l'uso di solventi per rilasciare il film dal substrato in un mezzo liquido e farlo fluttuare su un substrato diverso.

  4. Grafene Aerogel: L'aerogel di grafene, noto anche come aerographene, è considerato il solido meno denso esistente.
    Gli aerogel di grafene sono abbastanza elastici e possono facilmente conservare la loro forma originale dopo compressione.

  5. Fogli di Grafene: L'aerogel di grafene, noto anche come aerographene, è considerato il solido meno denso esistente.

  6. Grafene e altri nanomateriali per applicazioni industriali: